Ultima modifica: 6 Febbraio 2020

Capitolo VI: Spazi ed attrezzature

Art. 46- Laboratori e aule

I docenti e gli alunni possono utilizzare gli spazi della scuola, interni ed esterni, garantendo la cura e la custodia del materiale didattico e degli arredi. Al termine delle lezioni gli spazi devono essere lasciati ordinati e i banchi liberi da qualsiasi oggetto o residuo di materiale.
L’utilizzo dei laboratori di informatica e delle aule speciali (Scienze – Tecnologia, Arte, Musica, Audiovisivi, Biblioteca, Palestra) deve essere effettuato esclusivamente alla presenza dell’insegnante che ha in carico la classe/gruppo di alunni. All’inizio di ogni anno scolastico viene affisso alla porta dei laboratori e delle aule speciali un orario settimanale di utilizzo. I responsabili dei laboratori hanno il compito di:
– custodire il materiale didattico, tecnico-scientifico in dotazione al laboratorio/aula speciale;
– definire e controllare le modalità di utilizzo e funzionamento del laboratorio o aula speciale nell’ambito delle direttive generali emanate dal Consiglio d’Istituto;
– coordinare le richieste dei vari docenti per l’aggiornamento/acquisto di materiali o attrezzature;
In caso di danni arrecati alle attrezzature e ai materiali si rimanda a quanto previsto dal “Regolamento di disciplina”.
L’aula professori non è accessibile agli alunni e alle persone estranee alla scuola.

Art. 47- Utilizzo spazi esterni

L’accesso ed il parcheggio degli autoveicoli negli spazi di pertinenza della sede centrale e del plesso di corso Archinti sono riservati ai docenti e al personale ATA.
Sono autorizzati ad accedere al cortile i veicoli degli operatori addetti alla manutenzione, alle forniture e i veicoli per l’accompagnamento di alunni disabili. L’accesso deve avvenire con la massima prudenza a velocità ridotta. Motorini e biciclette devono essere sistemati in modo ordinato solo ed esclusivamente nelle aree destinate a tali mezzi.
La scuola non assume responsabilità di alcun genere per eventuali danni o furti a carico dei mezzi parcheggiati.
Tutti gli spazi esterni di pertinenza della scuola possono essere utilizzati dagli alunni che, sotto la sorveglianza dei docenti, sono tenuti a mantenere comportamenti rispettosi dell’ambiente e delle persone. Sono, pertanto, vietati giochi potenzialmente pericolosi per cose e persone.

Art. 48- Utilizzazione dei locali e delle attrezzature delle scuole fuori orario e fuori servizio scolastico

I locali possono essere utilizzati da parte di Enti, Associazioni, Gruppi che svolgono attività culturali, educative, civili, sociali e sportive che contribuiscano a realizzare la funzione della scuola, intesa come centro di promozione culturale, sociale e civile.
L’autorizzazione all’utilizzo della palestra e degli altri locali scolastici, al di fuori degli orari scolastici deve essere accordata di intesa con il Comune, previo parere favorevole del Consiglio d’ Istituto. Il Dirigente inoltra ai richiedenti l’autorizzazione con le relative modalità di utilizzo.
a) Modalità di richiesta
Gli Enti sopra citati presenteranno un programma delle loro attività mettendo chiaramente in evidenza gli spazi che chiedono di impiegare, il numero e il tipo di locali, gli orari di utilizzo.
b) Modalità di utilizzazione degli edifici e dei materiali scolastici
Durante l’uso dei locali concessi dovrà sempre essere presente il responsabile indicato nella richiesta di utilizzazione.

Art. 49- Utilizzo televisori/registratori/videoproiettori/LIM

Gli apparecchi audiovisivi possono essere utilizzati nelle classi previa prenotazione.
In tutte classi dell’Istituto Comprensivo sono posizionate Lavagne Interattive Multimediali (LIM).
L’utilizzo della LIM in classe avviene sempre sotto il diretto controllo del docente. Agli alunni della scuola secondaria non è consentito l’uso del pc di classe. Al termine delle lezioni il docente in orario è tenuto a spegnere le apparecchiature utilizzate.

Art. 50- Fotocopie e stampe

Il materiale da fotoriprodurre deve essere consegnato al personale addetto possibilmente 24 ore prima. Per quel che riguarda il numero di copie consentite e l’apparecchio da utilizzare si rimanda alle circolari interne.

Art. 51- Uso dei mezzi di comunicazione

Telefono. L’utilizzo dei telefoni dell’Istituto per motivi personali urgenti è consentito ai docenti e al personale ATA. Gli alunni possono accedervi in caso di effettiva necessità affiancati da un collaboratore/docente.
Telefoni cellulari. I telefoni cellulari degli alunni non devono essere visibili in classe durante le ore di permanenza a scuola devono restare spenti nel corso delle attività didattiche (CM 362 del 25/08/98 e Nota prot. n. 30 del 15/3/2007). Ai docenti non è consentito l’uso del cellulare per motivi personali durante le ore di lezione. I docenti in servizio presso le palestre ubicate fuori dagli edifici scolastici devono tenere acceso il cellulare per poter comunicare con la scuola in caso di emergenza. Non è consentito, per evidenti ragioni di privacy, scattare fotografie o filmare i compagni e/o gli insegnanti all’interno della sede scolastica, né diffondere immagini altrui non autorizzate (Direttiva 104, novembre 2007) attraverso mms o la rete Internet. La scuola non risponde di eventuali danneggiamenti, smarrimenti o furti del telefono cellulare, così come si sconsiglia di portare oggetti di valore o consistenti somme di denaro. Le famiglie che ritenessero, per soggettive motivazioni, di dare comunque in uso ai propri figli il telefono cellulare, sono invitate a collaborare nel sensibilizzare i ragazzi affinché in classe tengano il telefono spento, non lo utilizzino impropriamente come videogioco e lo custodiscano senza esibirlo. I genitori, comunque, possono utilizzare per comunicazioni urgenti con i figli le linee telefoniche dell’istituto.
Gli alunni che dovessero contravvenire alle sopraindicate regole potranno incorrere in provvedimenti disciplinari, secondo le norme previste dal Regolamento di disciplina.
Utilizzo rete. Per l’utilizzo della rete informatica si rimanda alla policy d’Istituto.

Link vai su