Ultima modifica: 24 Gennaio 2020
home > Capitolo VII: Visite guidate e viaggi di istruzione

Capitolo VII: Visite guidate e viaggi di istruzione

La scuola considera i viaggi di istruzione, le visite guidate a musei, mostre, manifestazioni culturali, di interesse didattico o professionale, lezioni con esperti e visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, i soggiorni presso laboratori ambientali, la partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi con scuole estere parte integrante e qualificante dell’ offerta formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione.
Le attività sportive costituiscono parte integrante dell’attività didattica e verranno effettuate con la collaborazione di tutti i docenti.

Art. 52- Pianificazione-organizzazione

Il Consiglio di Classe, di Interclasse o di Intersezione, prima di esprimere il parere sui relativi progetti, li esamina, verificandone la coerenza con le attività previste dalla programmazione collegiale e l’effettiva possibilità di svolgimento e nell’ ipotesi di valutazione positiva, indica gli accompagnatori, compreso l’accompagnatore referente.
Se l’iniziativa interessa un’unica classe sono necessari due accompagnatori (per le uscite al di fuori del territorio comunale), se interessa più classi, uno ogni 15 alunni; un accompagnatore ogni uno/due alunni diversamente abili secondo le occorrenze. La funzione di accompagnatore può essere svolta anche dai collaboratori scolastici. Nel designare gli accompagnatori i Consigli di Classe, di Interclasse o di Intersezione, provvederanno ad indicare sempre un accompagnatore in più per ogni classe per subentro in caso di imprevisto. È auspicabile che gli accompagnatori siano scelti all’interno del Consiglio interessato. Se l’insegnante accompagnatore presta servizio in altri plessi è tenuto a concordare con la Dirigenza gli eventuali impegni.

Art. 53- Delibere autorizzative

Le attività approvate e programmate dai Consigli di Classe, di Interclasse o Intersezione e dal Collegio dei Docenti rientrano nel Piano delle Uscite e dei Viaggi Didattici della scuola.
Le proposte devono essere approvate dai Consigli di Classe con ragionevole anticipo, per dare modo al Collegio dei Docenti di approvare l’iniziativa e farla rientrare nel Piano delle Uscite e dei Viaggi Didattici della scuola.

Art. 54- Requisiti di partecipazione

Si auspica la totale partecipazione della classe. Nessun alunno dovrà essere escluso dai viaggi di istruzione o dalle visite guidate per ragioni di carattere economico. Il limite numerico dei partecipanti al di sotto del quale non verrà concessa l’autorizzazione è pari al 75% degli alunni frequentanti la classe.
Il docente referente, dopo l’approvazione del Consiglio di Classe, di Interclasse o di Intersezione, presenta gli appositi moduli correttamente compilati e sottoscritti 30 gg prima della data dell’uscita o viaggio per acquisire la necessaria delibera del Consiglio di Istituto.
Il Consiglio d’Istituto può provvedere, su richiesta scritta e motivata da parte dei genitori o dei docenti, a un contributo per alunni in difficoltà, nella misura da definirsi in base alla situazione e in compartecipazione con la famiglia.
Il numero degli alunni per docente accompagnatore non può superare 15 per le uscite al di fuori del territorio comunale.
Alle famiglie degli alunni va inoltre comunicato, prima della partenza dei viaggi d’ istruzione, il programma dettagliato comprendente l’orario di partenza, l’itinerario, il programma delle visite e delle escursioni, il luogo dei pernottamenti, l’orario di rientro ed ogni altra informazione utile.
Per le uscite nel territorio comunale e limitrofo si richiede alle famiglie un’autorizzazione cumulativa con validità annuale.
Tutti i partecipanti dovranno essere coperti da polizza assicurativa contro gli infortuni sottoscritta tramite versamento all’Istituto della quota assicurativa annuale.

Art. 55- Procedure e controlli

Le delibere del Consiglio di Istituto saranno comunicate ai docenti coordinatori dell’uscita/viaggio.
L’ufficio di segreteria verifica la completezza e l’adeguatezza della documentazione prodotta per ciascuna uscita (v. art. 44) e la custodisce agli atti della scuola dopo che la stessa è stata vistata dal Direttore SGA e dal Dirigente Scolastico.

Art. 56- Scelta ditte di trasporto e agenzie

A seguito della delibera del Consiglio di Istituto, per i viaggi che richiedono l’utilizzo dei mezzi privati, viene promossa una unica gara di appalto annuale. Il preventivo dovrà rispettare le condizioni del capitolato (rimborso per non partecipazione, caratteristiche degli autobus, numero di autisti, assicurazioni per infortunio e responsabilità civile e indicare che i servizi offerti rispettano le condizioni di sicurezza previste dalla normativa vigente in materia di viaggi di istruzione e visite guidate nelle scuole – CM 291 del 14/10/1992. Nella richiesta dovrà essere precisato che i mezzi devono avere a bordo il Certificato di Assicurazione valido.
L’aggiudicazione avverrà a favore dell’agenzia che avrà proposto le condizioni più vantaggiose.
Si potrà procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purchè abbia rispettato le condizioni del capitolato e risulti congrua economicamente.
L’ individuazione dell’agenzia di viaggi viene effettuata per ciascun viaggio programmato, nel rispetto del capitolato d’ oneri sottoscritto da MIUR e FIAVET (trasmesso con nota ministeriale n. 1902 del 20.12.02).

Art. 57- Rimborsi

In caso di mancata partecipazione al viaggio di Istruzione da parte dell’alunno per malattia improvvisa, certificata da documentazione medica con data antecedente o contemporanea alla data programmata per la partenza, all’alunno assicurato verrà rimborsata la spesa sostenuta, secondo le condizioni di polizza, dalla compagnia assicurativa di riferimento.
In nessun caso i rimborsi potranno essere effettuati dalla scuola stessa.

Art. 58- Modifiche al Regolamento

Il presente Regolamento può essere modificato, nel rispetto delle norme di legge, con deliberazione adottata dal Consiglio di Istituto a maggioranza dei due terzi dei componenti in carica.

Link vai su