Ultima modifica: 15 Giugno 2019
home > IL BLOG DELLA CLASSE 2A ADA NEGRI “2A PER IL FUTURO”

IL BLOG DELLA CLASSE 2A ADA NEGRI “2A PER IL FUTURO”

Venerdì 24 maggio io e la mia classe abbiamo dedicato due ore della giornata per andare in piazza a manifestare ed a sensibilizzare le persone sulla questione dei cambiamenti climatici insieme ad altre classi delle varie scuole di lodi (più grandi di noi). E poi c’era ad accompagnarci il gruppo del venerdì, circa 15 persone maggiorenni, che si riuniscono tutti i venerdì all’Isola Carolina per parlare di quello che si può fare e di quello che si è già fatto.

Umberto Uggè Brambilla

A Marzo alcuni ragazzi sono andati a manifestare in piazza. Tutto è cominciato da un nostro compagno che ci ha sensibilizzato sul Riscaldamento climatico e da allora siamo andati e andiamo in piazza per salvare il pianeta.

Leonardo Fiorentino

Venerdì 24 maggio siamo andati alle ultime due ore in piazza della Vittoria per manifestare contro l’inquinamento e contro il Riscaldamento Globale. Abbiamo parlato appunto dell’inquinamento e di quanto è sbagliato e dannoso e ci hanno detto che anche dalle piccole cose si può migliorare il mondo poi i nostri compagni hanno fatto una sorta di lezione parlando di cosa può causare danni al nostro pianeta. Poi abbiamo fatto una dimostrazione durante la quale uno parlava al microfono respirando da una bottiglia contenente una piantina e gli altri si fingevano morti per terra spiegando che se inquiniamo ancora potremmo morire tutti.

Francesco Staltari

 Il 24 maggio io e la classe siamo andati in piazza per una manifestazione. In questa manifestazione abbiamo parlato dei problemi del Surriscaldamento Globale, delle sue cause e abbiamo detto e sentito dei discorsi per riuscire a sensibilizzare gli altri e a cambiare quel poco che si può. Abbiamo fatto dei cartelli con su frasi inerenti all’argomento e negli ultimi cinque minuti abbiamo fatto una simulazione di morte collettiva per dimostrare cosa accadrà nel caso non agiremo.

Giorgio Roman

Abbiamo partecipato alla manifestazione in piazza in difesa dell’ambiente che ha visto la presenza di tantissimi studenti. Ritengo che sia importante discutere circa la situazione reale che ci circonda, perché l’ambiente è un patrimonio di tutti e poi anche poiché ogni volta che si creano squilibri e alterazioni nella natura a pagarne è sempre l’uomo. E’ fondamentale per il futuro consegnare alle generazioni che verranno un pianeta terra ancora vivibile.

Valeria Bergamaschi

Venerdì 24 maggio alle ore 12 il professor Rocca ci ha accompagnato in Piazza della Vittoria per permetterci di aderire ad un’iniziativa importante per il futuro dell’umanità: la manifestazione per l’ambiente. C’è stata grande partecipazione di classi di scuole superiori. Ci hanno spiegato come tutti hanno il dovere di contribuire a fermare in ogni modo possibile l’innalzamento della temperatura dovuto alle emissioni di CO2 che porterà a episodi estremi di sconvolgimenti e all’inquinamento generale del nostro pianeta con la conseguente e reale difficoltà di sopravvivenza dell’uomo sulla terra.

Alessia Sovrano Pangallo

 La storia purtroppo vera del cambiamento climatico mi ha colpito molto perciò nel mio piccolo volevo fare qualcosa; forse non ho fatto molto ma non mi arrendo, cercherò di cambiare le cose, perché io voglio un futuro!

Benedetta D’Aietti

Dell’esperienza del 24 maggio non dirò molto, ma questo è il caso dove dire poco può lo stesso descrivere tanto. Penso che si possa definire con due parole: passione e lavoro di squadra. Passione perché ci abbiamo messo impegno e costanza nonostante si sono incontrate difficoltà, perché il cambiamento climatico è un argomento che ha sensibilizzato tutti profondamente. Lavoro di squadra si può usare perché essendo in tanti non abbiamo mai lasciato nessuno da solo e ci siamo sempre motivati e supportati reciprocamente. Con la manifestazione si è avuta la conclusione di un progetto magnifico.

Carlotta Coroneo

Abbiamo fatto la manifestazione per l’ambiente perché ci sembra un argomento molto importante e per sensibilizzare i politici e fargli capire che devono fare qualcosa, perché altrimenti toglieranno il futuro ai loro figli e ai nostri. Alla manifestazione la gente ha detto le proprie idee e si era preparata dei discorsi, anche noi!!!!! Il nostro discorso parlava della raccolta differenziata e su come il Comune potrebbe aiutare i cittadini a differenziare bene e con cura.

Mattia Bonfanti

Il 24 maggio io, la mia classe e due miei professori siamo andati in piazza dove c’erano dei ragazzi delle superiori e una famiglia che ha organizzato questa manifestazione. Noi cerchiamo di sensibilizzare la gente sull’argomento dei cambiamenti climatici e l’inquinamento. Per fare questo abbiamo attaccato dei volantini in giro per Lodi e abbiamo costruito un recipiente chiuso con all’interno una pianta e chi teneva un discorso nel mentre respirava l’ossigeno della pianta, l’unico ad oggi rimasto pulito. Insomma è stato molto bello e oltre ad aver imparato un sacco di cose mi sono anche divertito.

Angelo Brocca

Il 24-05-19 siamo andati in piazza della Vittoria a manifestare contro il Riscaldamento globale. Ci siamo fatti sentire, abbiamo fatto molti cartelloni con slogan per tentare di sensibilizzare le persone e li abbiamo appesi ovunque a lodi.  E’ stato bello.

Doriana Voudunon

A marzo un compagno ha voluto condividere con la classe il fatto della prima manifestazione mondiale. Alcuni compagni si sono sensibilizzati e tuttora partecipano al ritrovo del venerdì in piazza. Altri hanno voluto diffondere il problema nella scuola andando a parlare nelle classi.

Riccardo Rota

A marzo c’è stata la prima manifestazione globale per il cambiamento climatico e un ragazzo ha voluto condividere la notizia e il problema con la classe e ha creato un gruppo di ragazzi che vanno sempre all’appuntamento settimanale del venerdì in piazza. Un altro gruppo di ragazze ha deciso di avviare un progetto interscolastico e non solo per diffondere il più possibile l’emergenza.

Giacomo Zanesi

Venerdì 24 maggio io e la mia classe siamo andati in piazza per una manifestazione sull’ambiente e il riscaldamento globale. Insieme abbiamo parlato e svolto attività in piazza Duomo con anche altre scuole. La nostra classe come anche un’altra hanno tenuto un discorso, poi per qualche minuto ci siamo finti morti per, secondo me, sensibilizzare un po’ di più sulla questione. Mi è piaciuto molto perché eravamo in compagnia, ma c’è da dire che faceva molto caldo.

Lorenzo Pozzali

 Il 24 maggio la 2A si è recata in piazza alla manifestazione per il cambiamento climatico. E’ stato un momento bello per stare insieme e dimostrare agli altri che vogliamo cambiare il mondo.

Leonardo Cantoro

Il 24 maggio siamo andati alla manifestazione per l’ambiente. E’ stato molto bello essere lì, ero felicissima. E’ stata un’esperienza fantastica. Un’altra cosa bella era essere li come classe unita. Abbiamo fatto un flashmob in cui tutti in un momento si sono sdraiati a terra facendo finta di essere morti e due andavano in giro con delle taniche con dentro una piccola pianta che dava ossigeno tramite una maschera. Era troppo forte ma molto bello. Avevamo tanti cartoncini con scritte frasi pensate da noi e poi abbiamo preso anche lo striscione che abbiamo messo nella scuola. E’ stata un esperienza bellissima.

Miriam Negroni

In questo periodo si sta parlando molto dei cambiamenti climatici, ma appunto molta gente ne parla tanto ma agisce poco. Personalmente devo dire che quello che sta succedendo è una cosa molto importante per me e per l’umanità intera. Per questo insieme ad alcuni miei compagni di classe abbiamo iniziato a manifestare in piazza ogni venerdì e penso che anche se non ci sono stati grandi cambiamenti per lo meno facciamo qualcosa, anche perché l’alternativa sarebbe non fare niente. Grazie a tre delle mie compagne di calasse abbiamo cominciato un progetto interscolastico ed il 24 maggio si è riuscita ad avere la partecipazione collettiva della classe all’evento. Spero che si inizi a coinvolgere più persone possibili.

Angela Coba

A marzo c’è stata la prima manifestazione mondiale per il riscaldamento globale e un ragazzo ha voluto condividere la notizia con noi e il problema con la classe, alcuni ragazzi si sono uniti e da quel venerdì vanno al’isola Carolina tutte le settimane. Altri invece si sono impegnati per diffondere il problema a livello scolastico arrivando al preside e a poter organizzare un uscita il 24 maggio con i ragazzi della classe.

Leonardo Moretti

Venerdì 24 maggio noi, la classe 2A, siamo andati s manifestare in piazza contro l’inquinamento ambientale, ci siamo ritrovati insieme a molte altre classi. Ci siamo seduti e abbiamo cominciato a confrontarci sui vari argomenti, quelli più importanti. Alcuni della nostra classe vanno a manifestare tutti i venerdì perché sanno che è una cosa importante e che noi dobbiamo affrontare il problema e che non siamo troppo piccoli anche per fare la differenza. Ma in realtà il problema più grande sono quelle persone che non fanno niente perché sono convinte che non ci sia nessun problema.

Guido Riccardi 

Il 24 maggio siamo andati a manifestare contro i cambiamenti climatici e contro i cambiamenti climatici e contro la troppa emissione di CO2. E’ stato bellissimo far vedere alle persone quello che pensavamo, perché avevamo portato dei cartelloni molto significativi secondo me. Alla fine di tutto io e gli altri per pochi minuti, perché dovevamo tornare a scuola, abbiamo ripulito la piazza, ma ho pensato che anche se non era molto era già qualcosa.  

Naomi Crudele

Negli ultimi mesi, in tutto il mondo, si è parlato dei cambiamenti climatici, discorso poi approfondito da una ragazzina svedese di nome Greta Thumberg. Un nostro compagno si è interessato alla vicenda ed ha iniziato a parlarne alla classe; successivamente alcuni nostri compagni ogni venerdi si sono uniti alla manifestazione in piazza o all’isola Carolina per esprimere il loro pensiero contrario ai cambiamenti climatici, invece qualcun altro ha iniziato a parlarne in tutte le classi per far capire quali sono le molte problematiche e come abbiamo poco tempo per invertire la “rotta”. Infine come classe 2A dell’Ada Negri venerdì 24 maggio siamo andati alla manifestazione e tre di noi hanno tenuto una piccola lezione riguardante la plastica, l’inquinamento… Sono molto contento che ci stiamo facendo sentire perché anche nel mondo il Friday For Future si sta espandendo.

Carlo Vitale

Noi vogliamo un futuro!

(i ragazzi del progetto “2A PER IL FUTURO”)

Link vai su