Ultima modifica: 26 Marzo 2019
home > IO BAMBINO DEL MONDO – COMUNICATO STAMPA

IO BAMBINO DEL MONDO – COMUNICATO STAMPA

Mercoledì 27 marzo 2019

Giornata Mondiale del Teatro

ore 21.00

Teatrino Giannetta Musitelli, via Gorini – Lodi

Comunicato Stampa

Protagonisti dell’azione scenica ideata per ricordare la giornata mondiale del Teatro sono un muro, una voce che dà parola ad altre voci, e quattordici bambini, gli alunni della classe quinta A della scuola primaria Santa Francesca Cabrini. Ma perché un muro?

Il teatro è visione e racconto, fin dai suoi albori, sguardo teso a leggere e comprendere la storia del presente. Ed il muro è forse l’immagine ingombrante che più di altre spiega e interpreta l’attualità. Molti sono i muri reali ed immaginare che proiettano le loro ombre sulla vita di intere comunità sparse nei cinque continenti. Sono soprattutto i bambini a non capire le ragioni di tanti ostacoli, di tanti impedimenti che si frappongono alla naturale voglia di correre liberi verso il futuro. Di fronte a un muro che li blocca non si arrendono, si fermano, riflettono, pensano e i provano a dare un nuovo ordine alle cose.

L’azione scenica trae spunto da alcuni testi scritti dai bambini della classe quinta A: da un lavoro di riflessione individuale sull’essere bambini in una realtà che già appare ai loro occhi densa di problematicità.  Molti sono i muri che si erigono con le parole con i comportamenti, con i pregiudizi, invisibili ma non meno opprimente dei muri fisici, dei reticolati che limitano le libertà di movimento, bloccano le vie di scampo.  Altre voci di giovanissimi, che hanno conosciuto troppo presto le peripezie di una vita a ostacoli, si intrecciano con le parole dei bambini della scuola di corso Archinti.

Ma i muri non possono essere per sempre. Prima o poi i muri eretti sono destinati a sgretolarsi. Vi sono parole e comportamenti adatti ad aprire varchi, a costruire relazioni. Nella sua lunghissima storia il teatro ha sempre offerto nuovi punti di vista, prospettive divergenti con i poteri costituiti. Anche per questa occasione l’azione scenica proverà a suggerire la possibilità di un racconto diverso da quelle che sembrano dominare lo spazio della comunicazione.

Con i bambini della classe quinta A coordinate dalle insegnanti Roberta Maria Cervati e Rachele Vianelli, è in scena l’attore Marco Pepe, che ha collaborato con Giacomo Camuri all’ideazione della performance. La scenografia è stata realizzata da Sabrina Inzaghi. Consulenza musicale a cura di Andrea Butera. Con “Io Bambino del Mondo” si conclude la rassegna “Oltre i confini. Le voci degli altri” dedicata alle condizioni di marginalità sociale del nostro tempo, realizzata con il contributo della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi.

Link vai su